×

ORDINI TELEFONICI E ASSISTENZA (+39) 366.1927952 oppure CONTATTACI DA QUI

Valuta
Carrello

Vuoi inviare un Regalo ad un tuo amico in tutto il mondo?

E' SEMPLICE! BASTANO 3 CLICK!

1) Scegli il prodotto e abbinagli la Confezione Regalo;

2) Procedi con l'acquisto e indicaci l'indirizzo del destinatario;

3) Prima del pagamento, compila il biglietto di auguri e invia tutto con un Click;

Noi pensiamo alla confezione, alla spedizione e alla consegna in tutto il mondo in 48/96 ore!

FACILE NO?!

QUANDO ESSERE VECCHI E' UNA RISORSA

Codice
LC-QESSVE
Disponibilità Immediata
Codice: LC-QESSVE

Autore: Tarcisio Zanni    |    Pagine: 164    |    Editore: Chirico

La lettura di questo libro “potrebbe” – come si dice – “urtare la vostra sensibilità” perché vi si tratta, senza veli, di umiltà, argomento quanto mai ostico alle orecchie di molti. Santa Caterina da Siena che, oltre ad essere “Dottore della Chiesa” è donna (persona, cioè, dotata di quella capacità di andare direttamente al cuore dei problemi che a volte hanno le donne) definisce semplicemente “orgoglio” il “mondo”, quel “mondo” di cui Cristo dice che non bisogna meravigliarsi che abbia in odio i suoi discepoli.

Una seconda avvertenza la dedicherei a chi scartasse questa lettura ritenendola non consona alla sua età. Perché se “vecchiaia” è per definizione il tempo più prossimo alla morte, non rimane nessuno che possa disinteressarsene. Per loro “l’avvertenza” viene da S. Bernardo: «L’ultimo giorno viene! Per i vecchi è già sulla soglia, per i giovani è comunque in agguato». E ancora: «Temo per voi che la vita vi dia l’impressione di essere lunga e perciò vi procuri, invece di consolazioni, tristezza».
Quanto segue potrebbe inoltre essere scambiato per mera autobiografia, ma non lo è. L’autore si dichiara convinto con Pablo d’Ors che «Quanto succede nelle nostre teste e nei nostri cuori ha lo stesso grado di verità di quanto succede davanti ai nostri occhi e tra le nostre mani. La fantasia non è meno vera della storia».
Va da sé, infine, che l’insistere su di una determinata virtù da parte di chiunque ne rivela sempre il difetto principale. Ma questa avvertenza riguarda l’autore, non il lettore.

Succede che, per alcuni, la vecchiaia è disperazione: «Non mi aspetto più niente… Cosa vuole, alla mia età!». Per altri sopportazione: «Brutta cosa la vecchiaia!». Per alcuni la vecchiaia diventa pazzia, come quella dell’insegnante sessantenne che dichiara alla stampa che vuole “rifarsi una vita” con l’alunna di 13 anni. Per altri (i più) la vecchiaia è la “speranza di vita” che vendono le statistiche («Coraggio, oggi la speranza di vita è aumentata!»): una cosa che assomiglia più ad una condanna che ad una opportunità. Non si può neppure morire! Si è obbligati a vivere oltre ogni limite di decenza.
Per pochi infine (pochi infatti sanno invecchiare) la vecchiaia è il tempo del desiderio: desiderare come non lo si è mai fatto fino allora il “tempo non tempo” che seguirà: l’incontro con l’amore di tutta una vita.

Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account

Vuoi inviare un Regalo ad un tuo amico in tutto il mondo?

E' SEMPLICE! BASTANO 3 CLICK!

1) Scegli il prodotto e abbinagli la Confezione Regalo;

2) Procedi con l'acquisto e indicaci l'indirizzo del destinatario;

3) Prima del pagamento, compila il biglietto di auguri e invia tutto con un Click;

Noi pensiamo alla confezione, alla spedizione e alla consegna in tutto il mondo in 48/96 ore!

FACILE NO?!

Loading...